Ryoo Seung-wan e Hwang Jung-min: a Udine, due giganti del cinema coreano | EFFE RADIO

Ryoo Seung-wan e Hwang Jung-min: a Udine, due giganti del cinema coreano

Written by on 22/04/2018

Domenica 22 aprile: terza giornata del FEFF 20 e ci troviamo, ancora una volta, a parlare di Super Ospiti. Ancora una volta con la “s” e la “o” maiuscole. I Super Ospiti del Far East Film Festival, del resto, lo sono davvero, non perché quelle due paroline suonano bene nei comunicati stampa. Vogliamo parlare di un regista-bomba come Ryoo Seung-wan (The Berlin File) e del suo attore-icona Hwang Jung-min, uno dei nomi più amati dal popolo fareastiano, di nuovo a Udine con due capolavori in valigia? La seconda giornata ha visto brillare Veteran e, adesso, va in scena The Battleship Island: Director’s Cut! Un doppio e affettuoso tributo alla grande bellezza del cinema coreano. Anzi: del Super Cinema (“s” e “c” maiuscole) coreano! The Battleship Island è uno dei film più ambiziosi mai realizzati in patria: è stato girato in 115 giorni con un budget stellare (solo la costruzione del set è durata sei mesi: una superficie di circa due terzi dell’isola reale, Hashima, sulla quale è ambientato questo epic movie mozzafiato). La sequenza di combattimento che si svolge nella parte conclusiva è stata girata in non meno di un mese e mezzo ed è stata descritta da Ryoo Seung-wan come «la cosa più intensa che io abbia mai sperimentato in vent’anni di mestiere».
Tra i numerosi titoli offerti dal programma della terza giornata, che si apre come sempre alle 9.00 del mattino per chiudersi a notte fonda, vanno sicuramente segnalati l’irresistibile, eccessivo, esplosivo (in tutti i sensi) super action Wolf Warrior II, record assoluto d’incassi nella storia del cinema cinese, e un gioiello che fa parte della retrospettiva Tribute to Brigitte Lin: stiamo parlando del glorioso fantasy The Bride with White Hair (1993), dove Sua Maestà interpreta il ruolo di una potente assassina dalla frusta implacabile!

TEATRO NUOVO

Ore 9.00
TAKE ME TO THE MOON
di HSIEH Chun-Yi (Taiwan, 2017)
Usare i paradossi temporali per un film sentimentale e non di fantascienza!

FEFF TALKS
Sotto i riflettori, dalle 10.15 alle 10.45, uno dei più cari amici del festival: Hiroki Ryuichi. Dalle 11.00 alle 12.00, Sua Maestà Brigitte Lin Ching Hsia assieme alla leggendaria produttrice Nansun Shi. Per finire, dalle 12.15 alle 13.15, la delegazione di Midnight Runners e la delegazione di The Outlaws.

Ore 10.55
THE 8 YEAR ENGAGEMENT
di ZEZE Takahisa (Giappone, 2017)
Preparate i fazzoletti: una storia vera che tocca anche i cuori più corazzati!

Ore 13.05
CITY OF ROCK
di DA Peng (Cina, 2017)
Un vorticoso turbine di sketch dal ritmo indiavolato: non finisci di ridere per una gag che ne inizia subito un’altra. Let’s rock!

Ore 15.10
DEAR EX
di Mag HSU & HSU Chih-yen (Taiwan, 2018)
Una sceneggiatura e una regia attente ci regalano uno degli esordi più interessanti dell’anno: un family drama che lascia il segno.

Ore 17.00
THE BATTLESHIP ISLAND: DIRECTOR’S CUT
di RYOO Seung-wan (Corea del Sud, 2017)
Nel 1944, sotto il dominio giapponese, 400 rifugiati coreani si trasferiscono sull’isola di Hashima, attratti dalla promessa di un lauto salario come operai, e precipitano in un inferno di schiavitù! Quando gli Stati Uniti lanciano un massiccio attacco contro i giapponesi, questi decidono di far saltare in aria Hashima per seppellire la verità. Ma i coreani progettano una fuga di massa. Un’epopea epica che toglie il fiato.

Ore 19.45
WOLF WARRIOR II
di WU Jing (Cina, 2017)
Il film che ha raggiunto il record assoluto di incassi nella storia del cinema cinese! Le ragioni di questo successo? Un divertimento folle e esagerato senza un minuto di tranquillità! Eccessivo, esplosivo, elettrizzante: l’action elevato all’ennesima potenza! Con la carriera a pezzi, il letale agente Leng Feng trova la tranquillità in un villaggio sul mare. Quando s’imbatte in una sadica banda di mercenari, tuttavia, Leng è costretto a rispolverare le sue letali abilità…

Ore 22.00
FORGOTTEN
di JANG Hang-jun (Corea del Sud, 2017)
Un film che spiazza, che ribalta tutte le carte in tavola ibridando generi impensabili: horror, mystery e poliziesco coesistono in modo davvero affascinante!

VISIONARIO

Ore 11.30
LITTLE FOREST
di YIM Soon-rye (Corea del Sud, 2018)

Ore 14.00
THE BRIDE WITH WHITE HAIR
di Ronny YU (Hong Kong, 1993)
Tribute to Brigitte Lin

Ore 16.00
OUTSIDE THE WINDOW
di SUNG Tsun-Shou & YOK Teng-heung (Taiwan, 1973)
Tribute to Brigitte Lin

Ore 18.00
RAMEN HEADS
di SHIGENO Koki (Giappone, 2017)
In collaborazione con il Trento Film Festival


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Current track
Title
Artist

Background