La tradizione incontra l’innovazione: dai food truck all’artigianato, i commercianti puntano sui pagamenti digitali – EFFE RADIO

La tradizione incontra l’innovazione: dai food truck all’artigianato, i commercianti puntano sui pagamenti digitali

Scritto da il 04/03/2019

Gli italiani abbandonano le vecchie abitudini e puntano ai pagamenti digitali. Questa è la tendenza emersa dal recente studio dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e condotto su un campione di circa 300 PMI. Nel 2018, infatti, il 33% dei retailer ha investito in soluzioni di pagamento innovative e, in particolare, il 24% ha investito nei mobile POS

 

A dimostrarlo sono i commercianti che hanno adottato le soluzioni di pagamento di SumUp, la fintech britannica che sta rivoluzionando il mercato dei pagamenti elettronici. I lettori di carte SumUp sono stati pensati per ogni genere di attività commerciale e per questo motivo non hanno costi fissi e costi d’installazione.
Dalle pasticcerie ai food truck itineranti, passando per gli artigiani di antichi mestieri, ecco chi ha scelto di unire alla tradizione l’innovazione dei pagamenti digitali.

 

Ciccone The Master – Antico Calzolaio

Nel centro di Milano, clienti di ogni generazione si alternano davanti al tavolo di lavoro del laboratorio del Maestro Ciccone, dove  si concentrano tutti i segreti della tradizione calzolaia da lui imparati nel tomaificio di famiglia. Quando ha trasferito il suo laboratorio da Pescara a Milano, in occasione di un FuoriSalone, il Maestro ha scelto di affidarsi a SumUp: “Siamo stati tra i primi ad averlo, ci permette di offrire ai clienti una tecnologia per fare acquisti in tutta comodità. I clienti possono sempre pagare comodamente, sia in fiera che in laboratorio, con la loro carta”.

 

Bedda – La Sicilia su ruote

Da oggi è possibile acquistare uno dei più piatti più poveri della cultura gastronomica siciliana, il pane cunzatu (“condito”), con uno dei più innovativi sistemi per i pagamenti digitali. Si può fare presso l’Ape Bedda di Tiziana e Basilio, coppia siciliana trapiantata a Milano che ha allestito una piccola cucina a bordo di un’Ape vintage, per portare un po’ di Sicilia anche nel Nord Italia. Basilio ha un passato da conduttore radiofonico e attore di teatro e, per passione, si è reinventato cuoco di strada accanto alla moglie Tiziana, architetto. “Abbiamo scelto di affidarci al pagamento digitale perché è facile e comodo: ci basta lo smartphone e possiamo accettare i pagamenti ovunque. In più, con un semplice tap, possiamo spedire le fatture via mail direttamente dall’app”.

 

BRM t shirts – abbigliamento e skateboarding

Dalla passione per la serigrafia e per lo skateboard è nato BRM t shirts, brand milanese creato da Luca Brambilla che, dalla cantina di casa, nel lontano 2013, ha avuto l’idea di stampare le sue serigrafie sulle magliette. Da allora si sono aggiunti accessori, scarpe e, soprattutto, una crew di skater milanesi che partecipa a contest in tutta Europa sotto il brand BRM. Quando è in laboratorio o alle fiere, Luca sceglie di utilizzare il pos mobile: “Mi consente di vendere anche prodotti più costosi ad eventi in cui generalmente le persone non girano con i contanti. Inoltre, è pratico e sicuro perchè mi evita di avere in tasca denaro liquido

 

Mascherpa – La prima tiramisuteca d’Italia

Nel cuore di Milano si trova un vero paradiso per tutti i golosi: si tratta di “Mascherpa tiramisù + coffee” di Giuseppe Loiero, la prima tiramisuteca d’Italia. Mascherpa è stata la prima attività commerciale, in Italia, a scegliere l’invio telematico dei dati di vendita all’Agenzia delle Entrate e si è dotato di un lettore di carte: “Siamo molto attenti ai pagamenti digitali e ad ogni evoluzione che il mercato propone. Per questo motivo abbiamo optato per un’alternativa pratica e veloce rispetto al POS tradizionale”, spiega Giuseppe Loiero.

 

I Baccalà – Pesce fritto giorno e notte

Milanesi d’adozione, i Baccalà girano per la città preparando il loro squisito baccalà pastellato, proponendo così un assaggio di mare nel Nord Italia. È stata proprio la scarsa offerta di cibo da strada tipica del Sud a spingere Serena, Alessandro e Karim a proporre baccalà e fritti di mare a bordo del loro food truck, amabilmente battezzato Giallone (soprannome rimasto tale anche dopo la riverniciatura azzurra). “Proporre un’alternativa al contante è fondamentale. Alle sagre o alle feste è frequente che le persone finiscano i contanti in poco tempo, ma con il lettore di carte di SumUp possiamo accettare transazioni con carta anche per i piccoli importi”, commentano i Baccalà.

 

“Non accettare pagamenti con carta, per i commercianti, significa rischiare di perdere una larga fetta di vendite”, sottolinea Marc-Alexander Christ, Co-Founder di SumUp. “Introducendo la possibilità di accettare pagamenti con carte di credito e debito, e proponendo quindi ai clienti una soluzione cashless, i commercianti che scelgono SumUp vedono una crescita del loro fatturato del 60%”.


Current track
Title
Artist

Background