Il Rototom Sunsplash intraprende un viaggio gastronomico attraverso quattro continenti

Scritto da il 08/08/2018

40 proposte culinarie alimentano il ristorante internazionale all’aria aperta nel festival reggae, che avrà luogo tra una settimana a Benicàssim (Spagna), dal 16 al 22 agosto

Castelló Beer Factory, Cannabeer e Yakka danno il tocco di qualità all’offerta delle birre artigianali nel grande appuntamento musicale internazionale

Benicàssim (Spagna) | Mercoledì, 8 agosto 2018
Il festival Rototom Sunsplash apre anche quest’anno l’area concerti di Benicàssim (Castellón, Spagna) alla cucina mondiale e mette sul tavolo l’interculturalità che caratterizza la sua filosofia. Quaranta proposte gastronomiche configurano il menù di questa edizione, in programma dal 16 al 22 agosto.

Il pubblico avrà a sua disposizione, per sette giorni, piatti di quattro continenti. Etiopia, Senegal, Marocco e Costa d’Avorio porteranno la cucina africana, mentre dall’America arrivano i posti di ristorazione del Perù, Cuba, Giamaica e Argentina. La gastronomia asiatica viaggerà per Tailandia, Giappone e India, mentre l’Europa sarà rappresentata dalle proposte di Italia, Germania, Grecia e Spagna. Tutte profilano un interessante viaggio di esperienze e sapori per scoprire, attraverso la cucina e i fornelli, la peculiarità e ricchezza di ogni paese.

Tra le novità di quest’anno, va sottolineata la cucina tradizionale dei paesi andini del Sud America, con l’offerta di Papas a la huancaína (piatto peruviano), o il mais con formaggio fuso che porterà i Saberes de la Pachamama, la scommessa per la tradizione dell’aperitivo e degli stuzzichini a base di pinchos dei Paesi Baschi e vermut artigianale della taverna El Ultramarinos, che ha sede nello storico quartiere marinaro del Cabanyal (Valencia), al quale si aggiungeranno le saporite salsicce di un’altra taverna, stavolta tedesca.

A tutto ciò saranno offerte altre succulente proposte: risi con sapori mediterranei, frutti di mare e pesce; tapas e gelati artigianali. Cucina vegana, biocrepes vegetariane, la pasticceria salutare e i succhi di frutta di Vegetarian Lover’s, drink e cocktail naturali.

Completano il viaggio gastronomico del Rototom Sunsplash le bancarelle di birra artigianale. Tre le proposte: quelle di Castelló Beer Factory e Cannabeer, rispettivamente di Castellón e di Segorbe, e quella dela murciana Yakka.

Castellón Beer Factory torna al festival con un premio sotto braccio. La sua Golden ha recentemente vinto la medaglia d’oro nello stile “Blonde Ale” nel concorso di Barcellona Beer Challenge 2018, al quale si presentarono più di 1.000 birre di 250 birrifici di tutto il mondo, “e per il quale siamo molto orgogliosi”, spiegano i responsabili dell’impresa. Quest’anno porterà nuovamente la Golden e la Happy Hoppy (Indian Pale Ale-IPA), la Sant Rock (Belgian Dubbel), Engendro (American Pale Ale) e 964porter (English Porter), ma aggiungerà anche una nuova versione della Mic Mango (Fruit IPA con un’abbondante quantità di mango) e offrirà un’ulteriore novità: la Jano-Hop, una Session New England IPA, fruttata, densa, di bassa graduazione, ma molto saporita.

Benicassim, 17/08/2016. (Restaurantes). Photo by: Luca A. d’Agostino © Rototom Sunsplash 2016.

Da Segorbe, ma con una presenza già consolidata in una decina di paesi, tra cui Svizzera, Costa Rica e Messico, al Rototom Sunsplash arriva la birra Cannabeer, pioniera nell’elaborazione della birra artigianale con canapa, l’ingrediente principale di tutte le sue ricette. Tre di queste si dirigeranno direttamente al festival, con l’obiettivo di conquistare i palati del pubblico: La Original (Brown Ale), birra tostata con un sapore che richiama il pane appena sfornato; La Dorada (Blonde Ale) una bionda dal sapore intenso a frutta esotica come mango e maracujá e La Imperial (IPA), tostata con sfumature rossastre e doppio malto, con un tocco di agrumi. Anche Cannabeer vanta dei premi. Gli ultimi due dello scorso maggio per la Miglior Birra con Canapa e il Miglior Prodotto di Alimentazione con Canapa nella Expocáñamo di Siviglia. Due premi che confermano l’azienda come la marca di birra artigianale con canapa più premiata, dopo l’ottenimento di sei riconoscimenti, quattro dei quali nella fiera rappresentativa del settore, Spannabis.

Il podio birraio è completato da Yakka, di Murcia, che porterà nuovi prodotti fissi e altrettanti che cambiano a seconda delle collaborazioni e delle edizioni speciali che si sviluppano nel corso del tempo. Tra questi, la Mare Nostrum Ale (Golden Ale), bionda, fresca e mediterranea, ideale per accompagnare un panino ai calamari, assieme a un concerto di chitarra in acustico. C’è poi la Humo Saison Smoke, birra di frumento, bionda e gasata, con un sottile tocco affumicato ma persistente, la tostata German Ale Bio, con cereali e luppolo ecologico e facilmente adattabile a una degustazione di formaggi al tramonto. Un po’ quello che succederà dal 16 al 22 agosto, al ritmo reggae, a Benicàssim.


Opinioni dei lettori

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato I campi richiesti sono contrassegnati con *


Effe Radio

Current track
TITLE
ARTIST

Background