Alitalia: Piccin (FI), pressing su Governo per ripristino voli Trieste | EFFE RADIO

Alitalia: Piccin (FI), pressing su Governo per ripristino voli Trieste

Scritto da il 08/07/2020

“Considerando che ancora non emergono notizie riguardo lo sblocco della trattativa con Alitalia, abbiamo depositato la preannunciata mozione che ha come obiettivo quello di coinvolgere tutte le forze politiche del Consiglio regionale nel dare un mandato unanime alla Giunta Fvg affinché eserciti una forte pressione nei confronti del Governo. Lo scopo è quello di far sì che il piano industriale di rilancio di Alitalia e il piano aeroporti, sul quale lo stesso Esecutivo Conte sta lavorando, comprendano necessariamente lo sviluppo dei collegamenti da e verso Trieste Airport, compresa un’ulteriore valorizzazione dello scalo”. Lo afferma in una nota la consigliera regionale di Forza Italia, Mara Piccin, prima firmataria della mozione sottoscritta anche dai colleghi di partito Giuseppe Nicoli e Franco Mattiussi. “Non chiediamo solo il ripristino dei voli con i principali hub nazionali, attivi prima dell’emergenza Covid-19, ma un investimento a lungo termine sull’aeroporto del Friuli Venezia Giulia da parte della compagnia di bandiera. Una richiesta – aggiunge Piccin – legata anche al forte impegno alla sua rinascita in termini di finanziamenti pubblici e alla valenza dell’infrastruttura in termini di preziosa posizione geografica in Europa, ma anche di intermodalità, qualità di servizi e potenzialità nell’attrarre nuovi passeggeri. Altre compagnie, come Ryanair e Volotea, stanno dimostrando di credere in queste credenziali, dopo aver incrementato voli e destinazioni proprio nei giorni scorsi”. “L’anno scorso – osserva la rappresentante forzista – la privatizzazione di Aeroporto Friuli Venezia Giulia Spa aveva avviato il rilancio dello scalo regionale attraverso investimenti e obiettivi che si stavano dimostrando raggiungibili, come testimoniano i dati positivi sull’incremento dei passeggeri del 2019 e del 2020. Il necessario stop ai voli, dovuto all’emergenza da Covid-19, ha interrotto il trend positivo. Ma, a partire dal Dpcm dell’11 giugno scorso, si sono determinate le condizioni per un utilizzo a pieno carico degli aerei e, pertanto, non ci sono giustificazioni al mancato ripristino dei collegamenti aerei rispetto alla situazione pre-emergenza”. “Non possiamo accettare – conclude Piccin – che una compagnia, il cui rilancio è finanziato ancora una volta dallo Stato, ignori una parte del territorio nazionale e un aeroporto sul quale la Regione Fvg ha investito e continua a credere. Come, del resto, la società che lo gestisce e come le altre compagnie che hanno riattivato e aggiunto voli. Il ripristino di un volo giornaliero per Roma sarebbe un primo passo da compiere a tutti i costi e il Governo ha il dovere di pretenderlo. L’auspicio è che tutti i gruppi politici in Consiglio regionale condividano questo assunto e facciano sentire la propria voce, approvando la mozione”.


Traccia corrente

Titolo

Artista

Background